December 6, 2017

Rappresentazione artistica del pianeta K2-18b con una densa atmosfera, la sua stella e il pianeta K2-18c sullo sfondo (Immagine cortesia Alex Boersma)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Astronomy & Astrophysics” descrive una ricerca sul sistema della stella K2-18. Un team di ricercatori ha usato lo strumento HARPS all’osservatorio La Silla dell’ESO in Cile per studiare l’esopianeta K2-18b, scoperto nel 2015, che potrebbe essere una versione di maggiori dimensioni della Terra. L’analisi dei dati ha portato alla scoperta di un secondo esopianeta, che è stato chiamato K2-18c, un po’ meno massiccio e più vicino alla sua stella perciò probabilmente troppo caldo per essere nell’area abitabile del suo sistema.