Navicelle spaziali

La navicella spaziale Soyuz MS-03 al decollo su un razzo Soyuz (Foto NASA/Bill Ingalls)

Era notte in Italia quando la navicella spaziale Soyuz MS-03 è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan con a bordo Peggy Whitson, Oleg Novitskiy e Thomas Pesquet da trasportare fino alla Stazione Spaziale Internazionale. Si tratta della terza navicella Soyuz della nuova versione ed è stata lanciata ancora una volta nella rotta che impiegherà due giorni per arrivare invece della rotta veloce da sei ore per continuare a testare i nuovi sistemi di bordo.

Il cargo spaziale Cygnus di Orbital ATK durante l'approccio alla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)

La navicella spaziale Cygnus di Orbital ATK, partita il 18 ottobre, ha appena raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale ed è stata catturata dal braccio robotico Canadarm2. L’astronauta Takuya Onishi, assistito dalla collega Kate Rubins, ha poco dopo iniziato la lenta manovra per spostare Cygnus fino a farla attraccare al nodo Harmony della Stazione dopo circa due ore.

La navicella spaziale Soyuz MS-02 al decollo su un razzo Soyuz (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Soyuz MS-02 è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan con a bordo Shane Kimbrough, Sergey Ryzhikov e Andrey Borisenko da trasportare fino alla Stazione Spaziale Internazionale. La nuova versione della navicella Soyuz è stata lanciata ancora una volta nella rotta che impiegherà due giorni per arrivare invece della rotta veloce da sei ore per continuare a testare i nuovi sistemi di bordo.