Lanci

Il cargo spaziale Progress MS-13 al decollo su un razzo Soyuz-2.1a (Immagine cortesia Roscosmos)

Poco fa la navicella spaziale Progress MS-13 è decollata su un razzo vettore Soyuz-2.1a dal cosmodromo kazako di Baikonur. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. Il cargo spaziale ha iniziato la missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale indicata anche come Progress 74 o 74P. In questa missione, la rotta utilizzata è fuori dal normale dato che il viaggio durerà circa tre giorni.

Il cargo spaziale Dragon al decollo su un razzo Falcon 9 (Immagine NASA)

Poco fa la navicella spaziale SpaceX Dragon è partita su un razzo vettore Falcon 9 dalla base di Cape Canaveral nella missione CRS-19 (Cargo Resupply Service 19), indicata anche come SpX-19. Dopo poco più di dieci minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. Si tratta della diciannovesima missione di invio della navicella spaziale Dragon alla Stazione Spaziale Internazionale con vari carichi con il successivo ritorno sulla Terra, anche in questo caso con vari carichi.

Il secondo gruppo di 60 satelliti Starlink al decollo su un razzo Falcon 9 (Immagine cortesia SpaceX)

Poco fa 60 satelliti della costellazione Starlink sono stati lanciati su un razzo vettore Falcon 9 dalla base di Cape Canaveral. Dopo circa un’ora sono stati inseriti con successo nella loro orbita a circa 280 chilometri di altitudine tutti assieme per poi cominciare lentamente a disperdersi nell’area. Si tratta della seconda missione di SpaceX per mettere in orbita la costellazione Starlink per fornire una copertura globale di connessioni a Internet.

Il cargo spaziale Cygnus al decollo su un razzo Antares (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Cygnus di Northrop Grumman è decollata su un razzo vettore Antares dal Mid-Atlantic Regional Spaceport (MARS), parte della Wallops Flight Facility (WFF) della NASA sull’isola Wallops. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. È alla sua dodicesima missione ufficiale, chiamata NG-12 oppure CRS NG-12, di trasporto di rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale per conto della NASA.

L'aeroplano L-1011 Stargazer al decollo con il satellite ICON (Foto NASA/Frank Michaux)

Poche ore fa il satellite ICON (Interface Region Imaging Spectrograph) è stato lanciato utilizzando un razzo Pegasus XL di Northrop Grumman portato ad un’altitudine di circa 11.900 metri da un aeroplano L-1011, sempre di Northrop Grumman, modificato a questo scopo. Dopo poco più di 11 minuti, ICON è stato portato in un’orbita terrestre bassa a un’altitudine di circa 575 chilometri, dove i pannelli solari si sono regolarmente dispiegati e ha inviato i primi segnali.