Il ritorno di tre astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale segna la fine della Expedition 63

Chris Cassidy, Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner (Foto NASA)
Chris Cassidy, Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner (Foto NASA)

Poche ore fa l’astronauta Chris Cassidy e i cosmonauti Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner sono tornati sulla Terra sulla navicella spaziale Soyuz MS-16, atterrata in Kazakistan. I tre hanno trascorso poco più di 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, dov’erano arrivati il 9 aprile 2020 come parte della Expedition 62. Dopo l’atterraggio, sono stati assistiti da personale ridotto con le precauzioni necessarie per evitare rischi di contagio da Covid-19.

Nel corso del periodo trascorso sulla Stazione Spaziale Internazionale con la Expedition 63, i tre membri dell’equipaggio hanno portato avanti le varie attività di manutenzione ordinaria e molti esperimenti scientifici. Il 31 maggio 2020, due astronauti “extra” si sono uniti all’equipaggio della Expedition 63, i primi arrivati sulla navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX, la prima navicella spaziale americana in servizio dai tempi degli Space Shuttle. I due astronauti sono ripartiti per la Terra il 1 agosto 2020. L’11 maggio il cargo spaziale Dragon ha terminato la sua missione CRS-13 tornando sulla Terra. Il 25 maggio il cargo spaziale giapponese HTV-9 ha raggiunto la Stazione per lasciarla il 18 agosto e disintegrarsi al rientro nell’atmosfera terrestre. L’8 luglio il cargo spaziale russo Progress MS-13 ha lasciato la Stazione per disintegrarsi al rientro nell’atmosfera terrestre. Il 23 luglio il cargo spaziale russo Progress MS-15 ha raggiunto la Stazione. Il 5 ottobre il cargo spaziale Cygnus di Northrop Grumman ha raggiunto la Stazione nella sua missione NG-14.

Durante il periodo della Expedition 63 sono state condotte quattro passeggiate spaziali, tutte da Chris Cassidy e Robert Behnken, uno degli astronauti che hanno viaggiato sulla Crew Dragon. Il 26 giugno i due astronauti hanno impiegato poco più di 6 ore per completare le operazioni iniziali per sostituire alcune delle batterie della Stazione. Il 1 luglio i due astronauti hanno impiegato quasi esattamente 6 ore per condurre la seconda parte di quel lavoro. Il 16 luglio i due astronauti hanno impiegato 6 ore esatte per concludere quel lavoro. Il 21 luglio i due astronauti hanno impiegato quasi esattamente 5 ore e mezza per compiere una serie di lavori di aggiornamento di alcuni sistemi della Stazione che includono quelli necessari per alimentare la nuova piattaforma per la ricerca Bartolomeo, installata nel modulo Columbus.

Martedi 20 ottobre, Chris Cassidy ha passato ufficialmente il comando della Stazione Spaziale Internazionale al cosmonauta Sergey Ryzhikov, segnando l’inizio della Expedition 64. Il lancio della missione Crew-1 sulla navicella spaziale Crew Dragon è stato rimandato a metà novembre perciò ci vorrà ancora un po’ prima che l’equipaggio venga completato con altri 4 astronauti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *