Sgr A East potrebbe essere ciò che rimane di un raro tipo di supernova

Sagittarius A East o semplicemente Sgr A East
Un articolo in pubblicazione sulla rivista “The Astrophysical Journal” riporta uno studio sui resti di supernova catalogati come Sagittarius A East o semplicemente Sgr A East. Un team di ricercatori ha usato osservazioni condotte con l’osservatorio per i raggi X Chandra della NASA e con il radiotelescopio VLA per studiare quei resti concludendo che sono stati generati da un raro tipo di supernova, quello di tipo Iax. I risultati possono aiutare gli astronomi a capire i diversi modi in cui una nana bianca può esplodere.

Una nana bianca è ciò che rimane di una stella di dimensioni piccole o medie dopo che ha terminato il suo normale ciclo vitale. Normalmente, si tratta dello stadio finale della vita di quelle stelle ma se una nana bianca ha una compagna può rubarle del gas e ciò innesca nuova reazioni termonucleari. Se la quantità di materiali è sufficiente a superare un limite critico, anche una nana bianca può diventare una supernova, classificata nel tipo Ia.

In alcuni casi, le caratteristiche di una supernova di tipo Ia sono diverse dal normale, il caso classificato come Iax. Non è chiaro cosa determini queste differenze ma la teoria al momento maggiormente accreditata è che vi siano reazioni termonucleari che viaggiano molto più lentamente attraverso la stella rispetto alle altre.

Le emissioni di raggi X provenienti dalla fonte classificata come Sgr A East indicano che si tratta di un candidato che ha forti probabilità di essere ciò che rimane di una supernova di tipo Iax. Analizzando i dati raccolti nel corso di 35 giorni usando l’osservatorio per i raggi X Chandra, i ricercatori hanno infatti trovato schemi inusuali collegati a elementi come ferro e nickel nei detriti. L’immagine (X-ray: NASA/CXC/Nanjing Univ./P. Zhou et al. Radio: NSF/NRAO/VLA) mostra in blu le emissioni di raggi X rilevate da Chandra e in rosso le emissioni radio rilevate cal VLA (Very Large Array). Vicino a quei resti c’è Sagittarius A*, il buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea.

Finora, sono state confermate solo tre supernove di tipo Iax nella Via Lattea e ci sono altre due candidate con meno di 2.000 anni. In altre galassie un terzo delle supernove di tipo Ia appartiene alla sottoclasse Iax. Una conferma della natura di Srg A East indicherebbe che la Via Lattea è nella media nel rapporto tra le supernove all’interno del tipo Ia.

La natura di Sgr A East è in discussione da anni ma il dubbio riguardava la possibilità che la supernova fosse stata generata dal collasso di una stella normale o da una nana bianca nel tipo Ia. Questo nuovo studio basato su osservazioni condotte su un lungo periodo che mostrano gli elementi generati dalla supernova offre prove della sua natura di tipo Iax. Studi del genere sono importanti per capire i vari meccanismi dietro le supernove, in questo caso relativi alle esplosioni di nane bianche. Diversi tipi di supernova generano diversi elementi che vengono espulsi nello spazio interstellare e possono contribuire a formare nuovi pianeti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *