La navicella spaziale SpaceX Crew Dragon Endurance è partita per la missione Crew-3 con quattro astronauti

La navicella spaziale Crew Dragon Endurance decolla su un razzo Falcon 9 (Foto NASA/Joel Kowsky)
La navicella spaziale Crew Dragon Endurance decolla su un razzo Falcon 9 (Foto NASA/Joel Kowsky)

Poche ore fa la navicella spaziale SpaceX Crew Dragon Endurance è partita su un razzo vettore Falcon 9 dal Kennedy Space Center nella missione Crew-3 o SpaceX Crew-3. Dopo circa undici minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta per compiere la sua missione. Si tratta della terza missione della navicella spaziale Crew Dragon con astronauti a bordo all’interno della normale rotazione dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale. Si tratta della prima missione per la Endurance ed è la prima missione a trasportare astronauti alla loro prima esperienza nello spazio.

I quattro nuovi membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale, che completano l’equipaggio della Expedition 66, sono:

Raja Jon Vurputoor “Grinder” Chari. Nato il 24 giugno 1977 Milwaukee nel Wisconsin, USA, si è laureato in ingegneria astronautica nel 1999 per poi conseguire un master in ingegneria aronautica e astronautica al MIT nel 2001. Come ufficiale dell’aeronautica militare americana ha prestato servizio in varie parti del mondo, compreso l’Iraq, raggiungendo il grado di colonnello. Nel 2017 è stato selezionato come astronauta dalla NASA. È alla sua prima missione spaziale.

Kayla Jane Barron. Nata il 19 settembre 1987 a Pocatello, nell’Idaho, USA, ha conseguito una laurea in ingegneria dei sistemi nel 2010 e un master in ingegneria nucleare all’università britannica di Cambridge. Come ufficiale della marina militare americana ha prestato servizio in un sottomarino lanciamissili balistici. Nel 2017 è stata selezionata come astronauta dalla NASA. È alla sua prima missione spaziale.

Thomas Marshburn. Nato il 29 agosto 1960 a Statesville, nel North Carolina, USA, si è laureato in fisica nel 1982, in fisica tecnica nel 1984 e in medicina nel 1997, quest’ultimo alla University of Texas Medical Branch (UTMB). In precedenza, era stato accettato alla Space Medicine Fellowship della NASA/UTMB e ha prestato servizio come chirurgo di volo. Dopo essere stato accettato nel programma della NASA, nel 2009 ha volato nella missione STS-127 sullo Space Shuttle Endeavour come specialista di missione compiendo anche tre passeggiate spaziali. Ha già prestato servizio sulla Stazione Spaziale Internazionale come parte della Expedition 34/35, terminata con il ritorno sulla Terra il 13 maggio 2013.

Matthias Maurer. Nato il 18 marzo 1970 in Germania, si è laureato al Gymnasium Wendalinum di Sankt Wendel, Saarland, nel 1989, ha conseguito un dottorato in ingegneria all’Istituto di scienze dei materiali della RWTH, in Germania. Nel 2006 ha conseguito un Master in Business Administration all’Università di Hagen. Nel corso degli anni ha ottenuto vari brevetti nel campo della scienza dei materiali e dell’ingegneria dei materiali. Nel 2010 ha cominciato a l’avorare all’ESA, inizialmente come ingegnere. Nel 2014 ha partecipato al programma CAVES e nel 2016 alla missione subacquea NEEMO. Nel 2015 è stato selezionato come astronauta dall’ESA. È alla sua prima missione spaziale.

Domani, all’1.10 italiana circa, la Crew Dragon Endurance raggiungerà la Stazione spaziale Internazionale e attraccherà direttamente al modulo Harmony. L’arrivo dei nuovi membri dell’equipaggio avviene all’interno di una rapida rotazione dato che la missione Crew-2 è appena terminata.

Raja Chari, Thomas Mashburn, Matthias Maurer e Kayla Barron (Foto NASA)
Raja Chari, Thomas Mashburn, Matthias Maurer e Kayla Barron (Foto NASA)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *