Missione Crew-3: la navicella spaziale SpaceX Crew Dragon Endurance ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale per completare l’equipaggio della Expedition 66

La navicella spaziale Crew Dragon Endurance si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)
La navicella spaziale Crew Dragon Endurance si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)

Poche ore fa la navicella spaziale Crew Dragon Endurance di SpaceX è attraccata al modulo Harmony della Stazione Spaziale Internazionale compiendo la prima parte della sua missione Crew-3 o SpaceX Crew-3 iniziata con il suo lancio avvenuto ieri. Dopo le verifiche che la pressione fosse stata correttamente equilibrata, il portello è stato aperto per permettere a Raja Chari, Thomas Mashburn, Matthias Maurer e Kayla Barron di entrare nella Stazione. La Endurance ha raggiunto la Stazione con circa 40 minuti di anticipo sui piani originali.

La navicella spaziale Crew Dragon è equipaggiata con un sistema di attracco automatizzato all’International Docking Adapter (IDA). L’avvicinamento alla Stazione segue una procedura in cui la sicurezza è la priorità assoluta perciò ogni piccolo passo della Crew Dragon viene controllato. Solo se tutto va bene nella posizione e nella velocità della navicella si procede con il passo successivo e in caso di problemi può essere abortita a ogni passo. Il funzionamento del sistema è stato verificato con successo durante le missioni precedenti ma si tratta sempre di una procedura delicata.

La terza missione di trasporto astronauti nella rotazione regolare dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale gestita da SpaceX ha concluso il suo viaggio di andata senza problemi. I nuovi membri dell’equipaggio rimarranno sulla Stazione Spaziale Internazionale per circa sei mesi.

Anche le missioni con equipaggio di SpaceX stanno cominciando a diventare routine per quanto ciò possa essere possibile con i viaggi nello spazio di esseri umani. Raja Chari ha comandato la navicella spaziale Crew Dragon Endurance, la prima volta dal 1973 che un astronauta al suo primo viaggio nello spazio è il comandante in un viaggio nello spazio. Certo, la Endurance ha viaggiato praticamente da sola ma Raja Chari è un colonnello dell’aeronautica militare americana con tutta la competenza necessaria ad affrontare eventuali problemi durante il volo.

L’arrivo degli astronauti della missione Crew-3, i quali completano la Expedition 66 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ha comunque avuto qualche ritardo che ha portato il lancio ad avvenire 10 giorni dopo la data prevista. Il maltempo e un piccolo problema medico a uno degli astronauti la cui identità e natura sono state mantenute riservate hanno determinato la fine della missione Crew-2 prima dell’inizio della successiva. Sono piccoli intoppi che fanno parte della normale gestione dei lanci ma alla fine tutto è andato bene e ora ci sono sette persone a bordo della Stazione.

L'equipaggio della Expedition 66 sulla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)
L’equipaggio della Expedition 66 sulla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *