La coppia di galassie in fase di fusione Arp-Madore 417-391 ha generato un enorme anello cosmico

Arp-Madore 417-391, o semplicemente AM 417-391, assieme ad altre galassie e stelle
Arp-Madore 417-391, o semplicemente AM 417-391, assieme ad altre galassie e stelle

Un’immagine catturata dallo strumento ACS del telescopio spaziale Hubble mostra Arp-Madore 417-391, o semplicemente AM 417-391, una coppia di galassie che si stanno fondendo. Fa parte del catalogo Arp-Madore, che raccoglie galassie particolarmente peculiari nel cielo meridionale. Esso include coppie di galassie interagenti a livelli che possono arrivare a una fusione proprio come AM 417-391.

Lo strumento Advanced Camera for Surveys (ACS) è ottimizzato per la caccia a galassie e ammassi galattici nell’universo antico. La coppia AM 417-391 è lontana “solamente” 670 milioni di anni luce e rappresenta un eccellente oggetto di studio per gli astronomi interessati alle fusioni galattiche.

Nel caso di AM 417-391, la coppia di galassie che si stanno fondendo è visibile sul lato destro dell’immagine (ESA/Hubble & NASA, Dark Energy Survey/DOE/FNAL/DECam/CTIO/NOIRLab/NSF/AURA, J. Dalcanton). La fusione ha distorto fortemente le forme originali delle due galassie e ora hanno formato una sorta di anello cosmico blu. I nuclei delle due galassie originali formano un rigonfiamento su un lato dell’anello.

Sopra AM 417-391, una stella è quasi diventata la protagonista di un photobombing ma per fortuna è abbastanza distante dalla fusione galattica da non disturbarne lo studio. Alla sinistra della coppia, appaiono altre due galassie a spirale più piccole che però non stanno interagendo con essa e non lo faranno nel futuro prossimo.

Ogni fusione galattica è diversa perché i risultati sono influenzati enormemente da fattori relativi alle delle galassie originali come la loro forma, le dimensioni, le loro relative posizioni e velocità al momento in cui si scontrano. Il processo causa cambiamenti che continuano per molti milioni di anni prima che la nuova galassia raggiunga un equilibrio gravitazionale. Nel caso di AM 417-391, le interazioni hanno generato un gigantesco anello che è blu perché al suo interno sono nate nuove stelle massicce. Ciò è la conseguenza della compressione di nubi di gas interstellare causata dallo scontro tra le due galassie.

I due nuclei delle galassie che si stanno fondendo sono ancora distinti e ciò indica che ci vorranno ancora parecchi milioni di anni prima che il processo giunga alla fine. Il telescopio spaziale Hubble potrà continuare a osservare AM 417-391 e questo interessante caso di fusione galattica può stimolare anche osservazioni con altri strumenti, anche nuovi come il telescopio spaziale James Webb.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *