È un successo il lancio della navicella spaziale Soyuz MS-25 verso la Stazione Spaziale Internazionale

La navicella spaziale Soyuz MS-25 decolla su un razzo vettore Soyuz-2.1a (Immagine NASA TV)
La navicella spaziale Soyuz MS-25 decolla su un razzo vettore Soyuz-2.1a (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Soyuz MS-25 è decollata su un razzo vettore Soyuz-2.1a dal cosmodromo kazako di Baikonur con a bordo tre persone. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta verso la Stazione Spaziale Internazionale che richiede circa due giorni di viaggio.

I tre membri dell’equipaggio della navicella spaziale Soyuz MS-25, che includono due visitatori e un nuovo membro dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale che completa la Expedition 70 sono:

Oleg Viktorovich Novitskiy. Nato il 12 ottobre 1971 a Cervien, nell’allora URSS e oggi in Bielorussia, si è diplomato nella scuola di piloti militari di Kachinskoied nel 1994. Dopo aver servito come pilota dell’Aeronautica militare Russa, nel 2006 è stato selezionato come candidato cosmonauta. È già stato sulla Stazione Spaziale Internazionale come membro della Expedition 33/34 tra l’ottobre 2012 e il marzo 2013, come membro della Expedition 50/51 tra il novembre 2016 e il giugno 2017 e come membro della Expedition 64/65 tra l’aprile e l’ottobre 2021.

Marina Vitalyevna Vasilevskaya. Nata il 14 settembre 1990 in Bielorussia, ha lavorato professionalmente nel campo del ballo da sala per 15 anni prima di lavorare per Belavia Airlines come istruttrice di volo e assistente di volo. Ha vinto una competizione che aveva lo scopo di assegnare un posto in una missione spaziale in una collaborazione con la Russia per portare una donna bielorussa nello spazio.

Tracy Caldwell Dyson. Nata il 14 agosto 1969 ad Arcadia, in California, negli USA, ha conseguito una laurea in chimica nel 1993 alla CSU Fullerton per poi ottenere un master e un dottorato sempre in chimica all’Università della California a Davis. Dopo aver insegnato e condotto ricerca all’università, nel 1998 ha cominciato a lavorare con varie funzioni per la NASA, dove dopo qualche tempo ha anche cominciato l’addestramento come astronauta. È già stata sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2007, quando ha partecipato alla missione STS-118 sullo Space Shuttle Endeavour, e come membro della Expedition 23/24 tra l’aprile e il settembre 2010.

È previsto che la navicella spaziale Soyuz MS-25 raggiunga la Stazione Spaziale Internazionale lunedi attorno alle 16.09. La Soyuz ha un sistema automatizzato di attracco perciò raggiungerà da sola il modulo Prichal.

Tracy Dyson, Oleg Novitskiy e Marina Vasilevskaya (Foto cortesia GCTC/Andrey Shelepin)
Tracy Dyson, Oleg Novitskiy e Marina Vasilevskaya (Foto cortesia GCTC/Andrey Shelepin)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *