May 16, 2018

Esempio di quasar (Immagine ESA/Hubble & NASA)

Un articolo in pubblicazione sulla rivista “Publications of the Astronomical Society of Australia” descrive la scoperta del buco nero supermassiccio che sta crescendo più velocemente. Un team di astronomi dell’Australian National University (ANU) ha usato dati raccolti dalla sonda spaziale Gaia dell’ESA, dal telescopio spaziale WISE della NASA e del telescopio SkyMapper presso il Siding Spring Observatory dell’ANU per trovarlo. Si tratta di un quasar, uno degli oggetti più luminosi dell’universo ma è distante oltre 12 miliardi di anni luce dalla Terra. Inghiotte l’equivalente della massa del Sole ogni due giorni circa.