Lune

Blog che parlano di satelliti naturali

2007 OR10 e la sua luna (Immagine NASA, ESA, C. Kiss (Konkoly Observatory), and J. Stansberry (STScI))

Un articolo pubblicato sulla rivista “The Astrophysical Journal Letters” descrive la scoperta di una luna dell’oggetto transnettuniano 2007 OR10. Si tratta molto probabilmente di un pianeta nano ancora poco conosciuto perché al momento è distante dal Sole circa 87 volte la Terra. Un team di astronomi guidato da Csaba Kiss, del Konkoly Observatory di Budapest ha analizzato immagini dell’archivio del telescopio spaziale Hubble scovando due immagini della luna di 2007 OR10.

I pennacchi di Europa (Immagine NASA, ESA, W. Sparks (STScI), and the USGS Astrogeology Science Center)

Ieri la NASA ha tenuto una conferenza stampa per illustrare le ultime novità riguardanti gli studi di oceani alieni. L’attenzione è stata concentrata sui due oceani sotterranei più conosciuti, quello di Europa, un satellite di Giove, e quello di Encelado, un satellite di Saturno. Ci sono conferme dei pennacchi provenienti da Europa, descritti anche in un articolo pubblicato sulla rivista “The Astrophysical Journal Letters”. È stata annunciata la presenza di idrogeno molecolare nell’oceano di Encelado, descritta anche in un articolo pubblicato sulla rivista “Science”.

Encelado con vari "graffi di tigre" in blu (Immagine NASA/JPL/Space Science Institute )

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Astronomy” descrive la scoperta che il polo sud di Encelado, una delle lune del pianeta Saturno, è più caldo del previsto sotto lo strato di ghiaccio superficiale. Un team di ricercatori guidato da Alice Le Gall di LATMOS e UVSQ ha studiato rilevazioni effettuate dalla sonda spaziale Cassini durante un volo ravvicinato del 2011 concludendo che l’oceano sotterraneo di Encelado è più vicino alla superficie di quanto si pensasse.

La navicella spaziale Dragon V2 presentata da Elon Musk (Foto cortesia SpaceX)

Elon Musk, fondatore e amministratore delegato di SpaceX, ha annunciato che la sua azienda è stata ingaggiata per inviare due persone in un viaggio privato attorno alla Luna nel 2018. Musk non ha svelato l’identità delle due persone né ha indicato il costo del viaggio ma si è limitato a dire che hanno già versato un sostanziale deposito. Il viaggio verrà effettuato sulla navicella spaziale Dragon V2, la versione sviluppata proprio per i viaggi con astronauti, che verrà lanciata su un razzo Falcon Heavy.

Simulazione della collisione tra due oggetti e della nascita di una luna (Immagine cortesia Lawrence Livermore National Laboratory)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Monthly Notices of the Royal Astronomical Society” descrive una ricerca sulla possibile formazione di grandi lune in seguito alla collisione di due pianeti. Megan Bruk Syal and Amy Barr del Lawrence Livermore National Laboratory hanno condotto una serie di simulazioni per capire quali fattore influenzano la nascita di grosse lune. Questo studio offre nuove speranze nella ricerca di esolune in orbita attorno a esopianeti studiati con il telescopio spaziale Kepler della NASA.