Lanci

Blog che parlano di lanci di satelliti, sonde spaziali, navicelle con astronauti.

Il cargo spaziale HTV-6 al decollo su un razzo H-IIB (Immagine NASA TV / JAXA)

Poco fa la navicella spaziale HTV-6 è partita su un razzo vettore H-IIB dal centro spaziale di Tanegashima in Giappone per una missione di rifornimento per la Stazione Spaziale Internazionale. Circa quindici minuti dopo il lancio, il cargo spaziale si è separato regolarmente dall’ultimo stadio del razzo, è entrato nell’orbita preliminare e ha dispiegato i pannelli solari e le antenne di navigazione.

La navicella spaziale Progress al decollo su un razzo Soyuz U (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Progress MS-4 è decollata su un razzo vettore Soyuz U dal cosmodromo kazako di Baikonur. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. Il cargo spaziale ha iniziato la missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale indicata anche come Progress 65.

La navicella spaziale Soyuz MS-03 al decollo su un razzo Soyuz (Foto NASA/Bill Ingalls)

Era notte in Italia quando la navicella spaziale Soyuz MS-03 è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan con a bordo Peggy Whitson, Oleg Novitskiy e Thomas Pesquet da trasportare fino alla Stazione Spaziale Internazionale. Si tratta della terza navicella Soyuz della nuova versione ed è stata lanciata ancora una volta nella rotta che impiegherà due giorni per arrivare invece della rotta veloce da sei ore per continuare a testare i nuovi sistemi di bordo.

La navicella spaziale Soyuz MS-02 al decollo su un razzo Soyuz (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Soyuz MS-02 è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan con a bordo Shane Kimbrough, Sergey Ryzhikov e Andrey Borisenko da trasportare fino alla Stazione Spaziale Internazionale. La nuova versione della navicella Soyuz è stata lanciata ancora una volta nella rotta che impiegherà due giorni per arrivare invece della rotta veloce da sei ore per continuare a testare i nuovi sistemi di bordo.

La navicella spaziale Cygnus al decollo su un razzo Antares nella missione Orb-5 (Foto NASA/Bill Ingalls)

Nella notte italiana la navicella spaziale Cygnus di Orbital ATK è decollata su un razzo vettore Antares dal Mid-Atlantic Regional Spaceport (MARS), parte della Wallops Flight Facility (WFF) della NASA sull’isola Wallops. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. È alla sua sesta missione ufficiale, chiamata Orbital-5 o semplicemente Orb-5 ma anche CRS OA-5, di trasporto di rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale per conto della NASA.