Roscosmos

Kate Rubins, Sergey Ryzhikov, Sergey Kud-Sverchkov e il personale che li ha assistiti dopo l'atterraggio (Foto NASA/Bill Ingalls)

Poche ore fa l’astronauta Kate Rubins e i cosmonauti Sergey Ryzhikov e Sergey Kud-Sverchkov sono tornati sulla Terra sulla navicella spaziale Soyuz MS-17, atterrata in Kazakistan. I tre hanno trascorso poco più di 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, dov’erano arrivati il 14 ottobre 2020 come parte della Expedition 63. Dopo l’atterraggio, sono stati assistiti da personale ridotto con le precauzioni necessarie per evitare rischi di contagio da Covid-19.

Il spaziale Progress MS-16 al decollo su un razzo vettore Soyuz-2.1a (Immagine NASA TV)

Poche ore fa la navicella spaziale Progress MS-16 è decollata su un razzo vettore Soyuz-2.1a dal cosmodromo kazako di Baikonur. Dopo circa nove minuti si è separata con successo dall’ultimo stadio del razzo e si è immessa sulla sua rotta. Il cargo spaziale ha iniziato la missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale indicata anche come Progress 77 o 77P. In questa missione, la rotta utilizzata è quella che richiede circa due giorni di viaggio.

Chris Cassidy, Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner (Foto NASA)

Poche ore fa l’astronauta Chris Cassidy e i cosmonauti Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner sono tornati sulla Terra sulla navicella spaziale Soyuz MS-16, atterrata in Kazakistan. I tre hanno trascorso poco più di 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, dov’erano arrivati il 9 aprile 2020 come parte della Expedition 62. Dopo l’atterraggio, sono stati assistiti da personale ridotto con le precauzioni necessarie per evitare rischi di contagio da Covid-19.