Missione NG-13 compiuta: la navicella spaziale Cygnus di Northrop Grumman ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale

Il cargo spaziale Cygnus
Il cargo spaziale Cygnus “Robert Lawrence” catturato dal braccio robotico Canadarm2 (Immagine NASA TV)

La navicella spaziale Cygnus di Northrop Grumman, partita sabato 15 febbraio, ha appena raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale ed è stata catturata dal braccio robotico Canadarm2. L’astronauta Andrew Morgan, assistito dalla collega Jessica Meir, inizierà fra poco la lenta manovra per spostare la Cygnus fino a farla attraccare al modulo Unity della Stazione dopo circa due ore.

Domani l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe aprire il portello della navicella spaziale Cygnus e a quel punto il carico verrà pian piano portato sulla Stazione. La missione NG-13 è quasi compiuta perché la navicella spaziale Cygnus non è in grado di atterrare e quando tornerà nell’atmosfera terrestre si disintegrerà. Per questo motivo, verrà utilizzata per liberarsi di componenti guasti o comunque non più utilizzabili sulla Stazione Spaziale Internazionale: tutto ciò verrà caricato sulla Cygnus e si disintegrerà assieme ad essa.

La Cygnus chiamata “Robert Lawrence” ripartirà dalla Stazione Spaziale Internazionale fra circa tre mesi, in maggio. In questi casi, viene decisa una data approssimativa per la partenza di una navicella cargo che però può essere modificata perché dipende anche da altri lavori con priorità più elevata. Northrop Grumman sta rendendo i suoi cargo spaziali più resistenti alle condizioni spaziali per poterli usare anche per altri compiti dopo la loro partenza.

Gli esperimenti a bordo da condurre dopo la ripartenza dalla Stazione Spaziale Internazionale sono ormai diventati la norma, tanto che la Cygnus “Alan Bean”, che ha compiuto la missione NG-12, è ancora in orbita. Era già successo che due cargo spaziali Cygnus fossero in orbita contemporaneamente proprio per questo motivo. Tra gli esperimenti condotti ci sono quelli sugli incendi nello spazio che stanno diventando più sofisticati. Per la Cygnus “Robert Lawrence” sono previsti vari test con diverse condizioni di pressurizzazione.

La tredicesima delle missioni ufficiali previste dal contratto di Northrop Grumman con la NASA, la seconda del contratto CRS2 (Commercial Resupply Services 2), non ha avuto problemi dopo che il lancio è stato rimandato più volte per problemi tecnici e problemi meteo. La prossima missione potrebbe cominciare nell’ottobre 2020.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *