La navicella spaziale Soyuz MS-19 ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale con un cosmonauta, un regista e un’attrice

La navicella spaziale Soyuz MS-19 si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)
La navicella spaziale Soyuz MS-19 si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale (Immagine NASA TV)

Poco fa la navicella spaziale Soyuz MS-19 ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale. Era partita poco più di tre ore prima dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan con a bordo tre nuovi membri dell’equipaggio. È stata utilizzata la rotta ultra-veloce che dimezza la durata del viaggio. L’attracco al modulo Rassvet della Stazione è avvenuto con circa 10 minuti di ritardo perché il sistema automatico Kurs ha avuto qualche problema e il cosmonauta Anton Shkaplerov ha dovuto pilotare manualmente la Soyuz MS-19.

Generalmente, le navicelle spaziali Soyuz trasportano membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale nella loro rotazione. In questo caso, la missione è molto speciale perché il cosmonauta Anton Nikolaevich Shkaplerov ha viaggiato assieme al produttore e regista Klim Shipenko e all’attrice Yulia Peresild, arrivati sulla Stazione per girare un film.

Anton Nikolaevich Shkaplerov. Nato il 28 febbraio 1972 a Sebastopoli, nell’allora URSS e ora in Ucraina, ha cominciato a volare da giovanissimo, tanto da completare l’addestramento sugli Yak-52 al Club di volo di Sebastopoli nel 1989. Si è diplomato alla scuola piloti dell’aeronautica militare russa di Kachinsk nel 1994 come pilota-ingegnere. Ha servito come pilota istruttore nell’aeronautica militare russa pilotando vari modelli di aeroplano e come istruttore di paracadutismo. Nel 2003 è stato selezionato come candidato cosmonauta e ha cominciato l’addestramento. Ha già servito sulla Stazione Spaziale Internazionale nella Expedition 29/30, nella Expedition 42/43 e nella Expedition 54/55 terminata con il ritorno sulla Terra il 17 dicembre 2017. È sposato con Tatyana Petrovna e assieme hanno due figlie.

Il film verrà girato in dieci giorni, soprattutto nella sezione russa della Stazione Spaziale Internazionale. Le riprese sono state pianificate per evitare di interferire con il lavoro dell’equipaggio. Il regista Klim Shipenko e l’attrice Yulia Peresild hanno dovuto passare una selezione e un addestramento perché dovevano essere preparati fisicamente e devono essere pronti in caso di emergenza.

Per poter girare il film sulla Stazione Spaziale Internazionale, ci sono stati cambiamenti nella rotazione dell’equipaggio. Klim Shipenko e Yulia Peresild torneranno sulla Terra il 17 ottobre assieme al cosmonauta Oleg Novitsky della Expedition 64/65 sulla navicella spaziale Soyuz MS-18. L’astronauta americano Mark T. Vande Hei e il cosmonauta Pyotr Dubrov, che erano arrivati sulla Stazione con Novitsky, estenderanno la loro missione sulla Stazione fino a marzo o aprile 2022.

Anton Shkaplerov, Klim Shipenko e Yulia Peresild (Foto NASA)
Anton Shkaplerov, Klim Shipenko e Yulia Peresild (Foto NASA)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *