Due team del Google Lunar XPRIZE uniscono le forze per andare assieme sulla Luna

Prototipo di rover lunare sviluppato alla Carnegie Mellon University
Prototipo di rover lunare sviluppato alla Carnegie Mellon University

Due dei team che partecipano al Google Lunar XPRIZE hanno deciso di unire le loro forze per compiere assieme un viaggio sulla Luna, previsto per il 2016. Si tratta del gruppo americano Astrobotic e di quello giapponese Hakuto, che poche settimane fa erano stati tra i vincitori dei Milestone Prizes, i riconoscimenti intermedi nella competizione. I due team si divideranno i costi di un viaggio che comincerà su un razzo vettore Falcon 9 di SpaceX e anche l’eventuale premio finale che potrebbero vincere.

Astrobotic Technology Inc. è un’azienda con sede a Pittsburgh che offre servizi e prodotti robotici per lo spazio. È nata nel 2008 al Carnegie Mellon University’s Robotics Institute, con il quale continua a collaborare allo sviluppo del robot lunare (Foto prototipo 90.5 WESA). Sta lavorando anche nel nascente campo del turismo spaziale.

La missione lunare di Astrobotic è composta dal lander Griffin e dal rover Andy. Essi formeranno un’unica navicella durante il viaggio e dopo l’arrivo sulla Luna il rover comincerà la sua missione separata. L’azienda ha vinto 1,75 milioni di dollari ai Milestone Prizes del Google Lunar XPRIZE.

Hakuto è stata fondata con il nome White Label Space in Olanda nel 2008. Nel 2009 il team è entrato nel Google Lunar XPRIZE e nel 2010 ha stabilito la sede in Giappone, dove sta sviluppando i suoi robot. Il nome Hakuto significa “coniglio bianco” e deriva dal fatto che secondo folklore giapponese un coniglio può essere visto nelle aree oscure della superficie lunare.

Per la sua missione lunare Hakuto sta sviluppando un doppio rover. Esso consiste in Tetris, che ha due ruote, e Moonraker, che ha quattro ruote, collegati assieme. L’azienda ha vinto 500.000  dollari ai Milestone Prizes del Google Lunar XPRIZE per la mobilità del suo doppio rover.

Astrobotic prevedeva da tempo di usare un razzo vettore Falcon 9 per il suo viaggio sulla Luna. I costi però sono notevoli e unire le forze con il team Hakuto avvantaggia entrambi. C’è competizione tra i vari team ma è positivo che ci sia una certa collaborazione, che permette di sopportare i costi.

La scadenza per il Google Lunar XPRIZE è stata estesa poco tempo fa al 31 dicembre 2016. Ciò permetterà ai vari team di avere più tempo per sviluppare i loro robot e di programmare il loro viaggio sulla Luna. A questo punto, è probabile che il viaggio dei robot di Astrobotic e Hakuto non sarà l’unico nella seconda parte del 2016.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *