Il ritorno di tre astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale segna la fine della Expedition 42

I cosmonauti Elena Serova e Alexander Samokutyaev e l'astronauta Barry Wilmore assistiti dopo l'atterraggio (Immagine NASA TV)
I cosmonauti Elena Serova e Alexander Samokutyaev e l’astronauta Barry Wilmore assistiti dopo l’atterraggio (Immagine NASA TV)

Poche ore fa, l’astronauta Barry Wilmore della NASA e i cosmonauti russi Alexander Samokutyaev ed Elena Serova sono tornati sulla Terra sulla navicella spaziale Soyuz TMA-14M, atterrata senza problemi in Kazakistan. I tre hanno trascorso quasi sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, dove erano arrivati il 26 settembre 2014. Inizialmente, erano parte della Expedition 41, nella seconda metà della loro permanenza sono stati parte della Expedition 42 con Barry Wilmore come comandante della Stazione.

Nel corso dei circa cinque mesi e mezzo trascorsi sulla Stazione Spaziale Internazionale, i tre membri dell’equipaggio hanno portato avanti le varie attività di manutenzione ordinaria e molti esperimenti scientifici. Nel periodo della Expedition 41 c’è stato qualche problema perché il mancato arrivo della navicella spaziale Cygnus ha costretto a cambiare il programma di lavori dell’equipaggio.

Nel periodo della Expedition 42 c’è stato un allarme sulla Stazione Spaziale Internazionale il 14 gennaio 2015 a causa di una possibile perdita di ammoniaca nella sezione americana. L’equipaggio si è ritirato nella sezione russa per varie ore, finché non è stato accertato che si è trattato di un falso allarme.

La missione CRS-5 della navicella spaziale Dragon di SpaceX si è svolta normalmente con il suo arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale in gennaio e la sua partenza in febbraio. Sempre in febbraio è arrivata un’altra navicella cargo, la Progress 58 russa.

Febbraio è stato il mese più intenso per l’equipaggio perché Barry Wilmore e il collega Terry Virts hanno compiuto tre passeggiate spaziali nel giro di otto giorni. Sono parte dei lavori di espansione della Stazione Spaziale Internazionale e andranno avanti per parecchio tempo. Nelle scorse settimane sono state installate attrezzature necessarie per le comunicazioni con le nuove navicelle spaziali americane che entreranno in servizio fra qualche anno.

Martedi 10 marzo, Barry Wilmore passato ufficialmente il comando della Stazione Spaziale Internazionale all’astronauta americano Terry Virts, segnando l’inizio della Expedition 43. L’equipaggio verrà completato dall’arrivo di altri tre membri, previsto per fine marzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *