Missione NG-11 compiuta: la navicella spaziale Cygnus di Northrop Grumman ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale

Il cargo spaziale Cygnus catturato dal braccio robotico Canadarm2 (Immagine NASA TV)
Il cargo spaziale Cygnus catturato dal braccio robotico Canadarm2 (Immagine NASA TV)

La navicella spaziale Cygnus di Northrop Grumman, partita mercoledi 16 aprile, ha appena raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale ed è stata catturata dal braccio robotico Canadarm2. L’’astronauta Anne McClain, assistita dal collega David Saint-Jacques, inizierà fra poco la lenta manovra per spostare la Cygnus fino a farla attraccare al nodo Unity della Stazione dopo circa due ore.

Domani l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe aprire il portello della navicella spaziale Cygnus e a quel punto il carico verrà pian piano portato sulla Stazione. La missione NG-11 è quasi compiuta perché la navicella spaziale Cygnus non è in grado di atterrare e quando tornerà nell’atmosfera terrestre si disintegrerà. Per questo motivo, verrà utilizzata per liberarsi di componenti guasti o comunque non più utilizzabili sulla Stazione Spaziale Internazionale: tutto ciò verrà caricato sulla Cygnus e si disintegrerà assieme ad essa.

La Cygnus chiamata “Roger Chaffee” ripartirà dalla Stazione Spaziale Internazionale fra circa tre mesi, attorno al 23 luglio. In questi casi, viene decisa una data approssimativa per la partenza di una navicella cargo che però può essere modificata perché dipende anche da altri lavori con priorità più elevata. Northrop Grumman sta rendendo i suoi cargo spaziali più resistenti alle condizioni spaziali per poterli usare anche per altri compiti dopo la loro partenza. Già in passato sono stati condotti esperimenti a bordo e le Cygnus hanno trascorso settimane in orbita prima di disintegrarsi nell’atmosfera terrestre, in questo caso è previsto che gli esperimenti vadano avanti per mesi, fino a dicembre.

Questa è l’undicesima e ultima delle missioni ufficiali previste dopo l’ultima estensione dal contratto di Northrop Grumman con la NASA, acquisito assieme a Orbital ATK, per il rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale. L’azienda è stata selezionata dalla NASA anche per il secondo contratto perciò la prossima missione sarà la prima del contratto CRS2 e potrebbe cominciare nell’ottobre 2019.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *